FIBROMIALGIA: COME AGIRE IN UNA  CRISI FIBROMIALGIA  ? CONSIGLIATO DAI PAZIENTI.

Questo articolo è rivolto a medici, studenti di medicina e soprattutto nuovi pazienti di nuova diagnosi. Non abbiamo trovato questo argomento nei diversi forum o siti internet, e crediamo che sarebbe molto utile per coloro che soffrono di questa malattia.

Per quelli di noi che soffrono di fibromialgia, sappiamo che una crisi può verificarsi due ore dopo essere relativamente bene, o con alcuni avvertimenti fisici o di altro tipo.
Sappiamo che ognuno è diverso. La soluzione differisce da caso a caso. Questi sono suggerimenti che ogni lettore può adattare.

*** La maggior parte delle volte si verifica una crisi?

È generalmente sorprendente. La maggioranza ha risposto no. Fibre di vecchia data lo sospettano in un buon numero di casi. Qui il più diffuso e accettato:

1. Insonnia, visione offuscata, freddo intenso, mancanza di concentrazione “Non capisco cosa mi dicono”, recenti fallimenti della memoria, rigidità, allergia mattutina (es. Flusso nasale o visione). Emicranie o mal di testa essere presente Questi sintomi si manifestano nella maggior parte dei casi. Non sono tutti i sintomi, possono essere in media 3 o 4. In misura minore, tremori, vertigini o vertigini.

2. irrequietezza, diventando ansiosi, nervosi, irrequieti. Momenti di cattivo umore. Non è possibile stare fermi, quindi è deforestato con iperattività in compiti fatti in casa (pulizia compulsiva in casa) o in ufficio, o la disperazione di camminare, di andarsene.

Nel mio caso particolare, di solito li sento negli ultimi anni, forse per 35 anni con lei ed è quasi sempre al 95%. dei casi una miscela di iperattività mentale o fisica con ansia, irrequietezza. D’altra 5pct va ad accrescere la mia schiena, al collo o il dolore dolore alla spalla, lo stress.

3. Sensazione di caduta con l’influenza, con sintomi molto simili accompagnati da freddo intenso, emicrania o mal di testa. Alcuni sanno che avranno un precedente mal di gola.

4. Emersione di estrema stanchezza, estenuanti azioni.

5. I dolori cominciano subdolamente ad aumentare.

6. Hai bisogno di mangiare qualcosa di dolce, di solito cioccolato, se è amaro meglio. (che potrebbe forse avere la sua spiegazione che il cervello in tempi di crisi, ha bisogno di più zuccheri per mantenere la sua funzione).

7. Dopo le notizie negative o positive che causano l’impatto.
Dopo mortificazioni o discussioni.

8. Dopo stress prolungato.

* I sintomi da 1 a 8 in ciascun caso, possono essere mescolati, a seconda dei casi.

** Cosa fare in una crisi di fibromialgia?

1. Rispetta noi stessi come persone e comprendiamo che il nostro corpo soffre di dolore. Accetta la crisi come parte della nostra vita. Questo è il passo più difficile che lavorerà per raggiungerlo, a nostro vantaggio. Capire che dovremmo essere il più confortevole possibile. Senza alcun senso di colpa davanti al nostro ambiente, avvertiamo che smetteremo di fare il nostro lavoro fino a quando non passerà, così il nostro corpo chiede, e non si sente di nuovo importante, nessuna colpa per questo. Una fibra spagnola esperta, che è molto chiara nel non camminare con complessi, dice al suo ambiente familiare “Non sono qui per trotti, andare d’accordo come si può”.

2. Secondo ogni persona, il nostro conforto di fronte alla crisi può essere, senza luci brillanti o rumori fastidiosi, per alcuni con musica a volume molto basso che consente il rilassamento, in base al dolore o al momento, è possibile cercare qualcosa che distrae la nostra attenzione Come guardare cartoni animati, serie sorridenti e nei momenti più intensi, provare a dormire o stare con gli occhi chiusi. Prima di andare a letto, prendi il nostro lettino rilassante e lenitivo, se necessario.

Avere tutto a portata di mano, ciò che di solito richiedono.

3. Metti i cuscini sulle nostre gambe in modo che siano sollevati. La testa senza un cuscino. Questa posizione assicura il flusso di sangue dalle gambe alla testa, è una autotrasfusione. (insegnamento medico).

“Si noti che il dolore non sottolineare i muscoli, tenerli rilassato, lento, profondo respiro nei momenti peggiori, provate questo respirazione è: si respira 5 volte, quindi questa volta l’aspirapolvere, trattenere il respiro, espirare. Ancora aspirare ed espirare 5 volte e ripetere la ritenzione. Tempo medio trascorso 30 minuti. Importante: la respirazione non dovrebbe essere più veloce della normale respirazione, dovrebbe essere solo più profonda. La ritenzione della respirazione causa una maggiore concentrazione di anidride carbonica nel sangue e questo significa vasodilatazione nel cervello. Se si respira vertigini molto veloce e profondo sono dati dalla rimozione di anidride carbonica seguita dalla vasocostrizione nel cervello “. (Dr. Jerabek, PhD).

Non rimpiangere, accettare, quindi migliorare il dolore. Sapere cosa accadrà

4. Siate calorosi, in Europa usano principalmente la coperta elettrica, migliorando leggermente la crisi e possono alzarsi, mettere una sedia sotto la doccia o entrare nella vasca idromassaggio con rosmarino o erbe rilassanti e fare un bagno caldo rilascia i muscoli. Alcuni hanno una poltrona con massaggi e si sentono un po ‘più sollevati da loro.

5. Devi avere qualche tipo di anestetico locale (tipo lidocaina) per le aree più colpite. Puoi provare a impregnare la garza con questo gel aderendo all’area interessata, che verrebbe coperta con un po ‘di plastica e fissandola con del nastro adesivo.

6. Tieni presente che ci saranno casi sporadici, in cui il dolore sarà così aberrante da richiedere l’internamento per diversi giorni o iniettabile a casa. Preparati per quel momento. avere tutto organizzato, al suo interno una carta con le medicine che prendi per ogni malattia se ce l’hai, e quei farmaci che hanno alleviato il tuo dolore prima.

Infine, suggerirei sia il Fibroso che le Associazioni, consigliare le carte (2) di avere a casa e portarne un altro con te, con tutti i tuoi dati sulla salute, le allergie, i farmaci, quali farmaci funzionano per il dolore, la pressione sanguigna ecc. consentendo così un trattamento più agile ed efficace in caso di emergenza, perché ci sono casi in cui l’intensità del dolore non può essere espressa correttamente.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Content is protected !!