Come combattere l’artrite reumatoide

Circa 1,5 milioni di americani soffrono di artrite reumatoide (RA), ma molti non conoscono l’origine della condizione o come alleviarne i sintomi. In questo post, discuteremo cos’è l’artrite reumatoide e chi ha maggiori probabilità di essere colpito. Inoltre, ci immergeremo in com’è provare i sintomi e come trovare sollievo vivendo con l’AR.

Cos’è l’artrite reumatoide?
L’artrite reumatoide è una malattia autoimmune cronica e dolorosa che provoca l’infiammazione del tessuto che riveste l’interno delle articolazioni (noto come sinovia). Ciò causa gonfiore in aree che normalmente aiuterebbero le articolazioni a muoversi e quell’infiammazione diventa la fonte del dolore. In parole povere: il sistema immunitario del corpo non funziona correttamente e attacca le articolazioni.

Chi ha maggiori probabilità di contrarre l’artrite reumatoide?
Le donne hanno tre volte più probabilità degli uomini di soffrire di artrite reumatoide e i loro sintomi iniziali in genere arrivano tra i 30 ei 60 anni. Mentre è più probabile che tu contragga l’artrite reumatoide se hai un membro della famiglia che ne soffre, la maggior parte soffre da RA non ne hanno una storia familiare.

Se sospetti di averlo, ma non sei sicuro, rivedi questi sintomi comuni e verifica se corrispondono ai tuoi:

Rigidità articolare (principalmente al mattino)
Dolore articolare e / o gonfiore (chiamato anche “riacutizzazione”)
Perdita di appetito
Febbre bassa
Stanchezza generale
Noduli reumatoidi (piccoli grumi sotto la pelle)
Secchezza delle fauci e irritazione delle gengive
Anemia
Occhi asciutti
Sensibilità visiva alla luce
Mancanza di respiro (causata da infiammazione polmonare)
Danni ai nervi (derivanti da vasi sanguigni infiammati
Com’è vivere con l’artrite reumatoide?
Se stai combattendo l’artrite reumatoide, puoi vivere una vita attiva e normale, ma potresti dover praticare la cura di te stesso per ridurre al minimo il dolore e i sintomi. Ecco alcuni modi in cui chi soffre di RA lo gestisce:

Attività fisica. L’esercizio fisico regolare è vitale. Rimanere forti e mantenere i muscoli attivi è un ottimo modo per ridurre il dolore. Le attività consigliate includono aerobica a basso impatto, danza, pilates, yoga e altri esercizi che rafforzano i muscoli e promuovono la flessibilità. I pazienti devono consultare un medico o un fisioterapista per le attività consigliate in base alle loro capacità e quindi ridurre l’intensità se si è già verificato un danno articolare.

Dieta. Mangiare cibi che aiutano a mantenere bassa l’infiammazione può essere di grande beneficio per chi soffre di RA. La maggior parte di questi articoli rientra nel menu tradizionale della dieta mediterranea a base di pesce, olio d’oliva, frutta e verdura. Gli alimenti da evitare includono qualsiasi cosa lavorata come biscotti e cracker confezionati e fast food.

Terapie termiche. Alcuni pazienti affetti da artrite reumatoide trovano sollievo usando cuscinetti riscaldanti e bagni caldi per lenire le articolazioni ei muscoli rigidi. In alternativa, per una rapida riduzione dell’infiammazione al dolore acuto intorpidito, possono essere utilizzati impacchi di ghiaccio.

Riposo. Sebbene sia importante mantenere attive le articolazioni in modo che non rimangano rigide troppo a lungo, è necessario bilanciare l’esercizio e l’attività fisica con un riposo sufficiente. Soprattutto quando si verifica una “riacutizzazione”, è necessario consentire al gonfiore di scendere e alleviare il dolore prima di esercitare ulteriore pressione su quelle articolazioni.

Comunità. Connettersi con altre persone che soffrono di artrite reumatoide e / o discutere il disturbo con amici e familiari di supporto può aiutare a gestire mentalmente la condizione.

Quali sono le opzioni di trattamento per chi soffre di artrite reumatoide?
Sebbene attualmente non esista una cura per questo, ci sono molte opzioni di trattamento per l’artrite reumatoide che possono essere utilizzate per il sollievo, oltre ai suggerimenti per l’auto-cura di cui sopra.

Trattamenti topici. Sia sotto forma di creme, gel o cerotti, le opzioni che vengono applicate direttamente sulla pelle possono essere molto lenitive, riducendo l’infiammazione e il dolore.

Integratori. L’assunzione di integratori come le capsule di olio di pesce Omega-3 e la curcuma può alleviare la rigidità e il dolore mattutino, ma è importante discutere questa opzione con un medico per confermare che non ci saranno interazioni con altri medicinali prescritti.

Farmaci. Esistono diversi farmaci che possono aiutare a rallentare la progressione della malattia. Alcuni di questi includono: Corticosteroidi (per ridurre drasticamente l’infiammazione); DMARD (per frenare il sistema immunitario); Inibitori JAK (per bloccare la via di Janus) e biologici (per bloccare parti del sistema immunitario). Per alleviare i sintomi possono essere assunti anche farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) come l’aspirina e l’ibuprofene. Lavora con un reumatologo per trovare il piano di trattamento giusto per le tue esigenze.

Chirurgia. Sebbene il più invasivo dei trattamenti, se la mobilità è limitata o le funzioni quotidiane sono impedite dalla progressione dell’AR, la chirurgia sostitutiva articolare può essere un’opzione. La procedura consiste in un chirurgo che sostituisce le parti danneggiate di un’articolazione con sostituzioni di plastica e / o metallo. Anche, ginocchia, spalle, gomiti e altre aree comuni di danno sono tutti candidati per questo tipo di intervento chirurgico.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *