I primi sintomi che possono avvertire chi soffre di fibromialgia

La fibromialgia è una delle malattie invalidanti più comuni, quini è importante realizzare quali siano i primi sintomi per aiutare al meglio la persona.

sintomi fibromialgia
Sentire dolore (Unsplash)

La fibromialgia è una malattia che colpisce principalmente le donne ed è caratterizzata dalla presenza di un dolore cronico, diffuso e continuo nei muscoli e nelle articolazioni. Questo dolore provoca ipersensibilità al tocco o allo sfregamento contro la pelle, stanchezza e disturbi del sonno. In Italia sono circa 2 milioni le persone che soffrono di fibromialgia. La patologia infatti occupa, il 2°/3° posto tra le malattie reumatiche più diffuse anche se non è ampiamente riconosciuta. La consapevolezza pubblica della malattia è aumentata in quanto si è saputo che persone note come Lady Gaga e Morgan Freeman ne soffrono.

Esistono numerosi tipi di fibromialgia, classificati secondo la loro gravità o intensità. In generale, questa variabilità è individuale e ogni persona ha sintomi predominanti, cicli di varia intensità e durata. Alcuni ricercatori hanno classificato la malattia nei seguenti sottogruppi:

  • Fibromialgia con estrema sensibilità al dolore;
  • Fibromialgia con sindrome depressiva associata;
  • Sindrome depressiva predominante con sintomatologia fibromialgica;
  • Sindrome fibromialgica con somatizzazione predominante.

Fibromialgia: i primi sintomi a cui prestare attenzione

Dolore articolare cause
Intorpidimento muscolare (Unsplash)

Per capire se si sta soffrendo di fibromialgia, si deve prestare attenzione ai primi sintomi che di solito produce. I principali sono:

  • Dolore cronico e continuo nei muscoli e nelle articolazioni;
  • Ipersensibilità al tocco o allo sfregamento contro la pelle;
  • Sensazione di stanchezza e disturbi del sonno;
  • Gonfiore addominale dovuto al gas;
  • Spasmi muscolari;
  • Diarrea;
  • Mal di pancia;
  • Intorpidimento;
  • Rigidità delle articolazioni;
  • Periodi dolorosi;
  • Costipazione;
  • Disturbi della memoria e dell’attenzione;
  • Disturbi dell’umore che possono portare ad ansia e depressione;
  • Irritabilità generale al rumore, alla luce, agli odori insoliti, all’odore del cibo e alla presenza di altre persone.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.