L’abuso è la causa principale della fibromialgia

La fibromialgia è un disturbo del dolore, con sintomi che vanno dal dolore muscolare e intorpidimento delle estremità ai disturbi del sonno. L’infiammazione e la reazione del corpo allo stress attraverso complesse interazioni tra il cervello e altri organi svolgono un ruolo nella fibromialgia.

Può essere difficile evitare le tensioni che la vita moderna ci getta, ma c’è sicuramente molto controllo su ciò che può aiutare ad alleviare i sintomi di questa condizione, comprese le abitudini di vita e le scelte dietetiche.
L’abuso è la causa principale della fibromialgia

Non esiste una risposta singola o semplice in modo che l’abuso o la sofferenza emotiva possano scatenare la fibromialgia. Lo stress emotivo può indebolire la capacità di evitare diverse condizioni di dolore cronico, come l’FMS.

Si ritiene inoltre che esista un legame tra trauma emotivo, insonnia, cefalea, dolore e altri sintomi. La stimolazione precoce può avere un impatto grave a lungo termine.

Sembra che l’abuso emotivo sia stato preso meno seriamente dell’abuso fisico perché non ha segni esterni come lividi o ossa rotte. Tuttavia, i più alti casi di abuso emotivo,

soprattutto nell’infanzia, ma anche in età adulta, associati a persone con fibromialgia indicano la necessità di essere consapevoli del potenziale per sviluppare la fibromialgia.

Trauma infantile

Le esperienze traumatiche e lo stress durante l’infanzia sono state storicamente ignorate come fattori predisponenti nello sviluppo di diversi disturbi del dolore cronico e delle condizioni psichiatriche,

tra cui la fibromialgia, la sindrome dell’intestino irritabile, l’insonnia, la depressione, l’ansia, il disturbo da stress post-traumatico e la sindrome da stanchezza cronica. Tuttavia, la tendenza sta cambiando, poiché la ricerca rivela una correlazione significativa tra il trauma infantile e la salute degli adulti.
Il sistema nervoso centrale si sviluppa rapidamente durante l’infanzia ed è condizionato a rispondere a vari stimoli e stress incontrati nella vita. Quando viene trovata una varietà di stimoli ambientali, vengono creati nuovi percorsi tra le cellule cerebrali in risposta ad ogni stimolo.

Ad esempio, un’esperienza piacevole, come l’abbraccio di un padre o un cibo dolce, crea percorsi che insegnano al cervello a rispondere a quegli stimoli in modo appiattito. Allo stesso modo, un’esperienza inquietante creerà ed eserciterà percorsi che rispondono con la paura.

Questo processo di creazione di nuovi percorsi in risposta agli stimoli è noto come neuroplasticità.

Con l’età, la neuroplasticità diminuisce, il che significa che è più difficile sviluppare nuovi modi e adeguare le risposte del nostro cervello agli stimoli. I bambini hanno un netto vantaggio nel possedere un alto grado di neuroplasticità.

Tuttavia, ciò evidenzia anche l’importanza di offrire stimoli significativi al cervello in via di sviluppo, per garantire lo sviluppo di percorsi positivi.

Le esperienze traumatiche correlate alla fibromialgia includono:

<Accident

<Trauma emotivo

<Alcuni virus come l’epatite C e l’HIV

<Una separazione dall’infanzia di sua madre e durata più di 6 mesi.

<Vivi per una guerra.

Trattamento consigliato

trattamenti raccomandati includono consulenza, terapia cognitivo-comportamentale, ipnoterapia, disturbi terapia stress post traumatico e farmaci antidepressivi, come Cymbalta (duloxetina) e Effexor (venlafaxina).

Soprattutto, quando ti prendi cura di qualcuno che ha dolore senza patologia dei tessuti chiari o che ha riconosciuto l’elaborazione del dolore emotivo intensificato,

rassicurare la persona che l’esperienza del dolore non è nella sua testa, ma nel suo sistema nervoso.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *