Lady Gaga vuole sensibilizzare sulla fibromialgia

Lady Gaga sta aumentando la consapevolezza della fibromialgia, è fantastico, ma tienilo a mente

Lady Gaga ha fatto un sorprendente annuncio su Twitter martedì mattina presto di avere una condizione cronica che causa dolore muscoloscheletrico diffuso e dolorabilità in alcune aree. La cantante ha fatto la rivelazione mentre si recava al suo prossimo documentario Netflix,    Gaga: Five Foot Two   .

“Nel nostro documentario, la malattia #cronica del dolore cronico di cui mi occupo è la #fibromialgia, voglio aiutare a sensibilizzare e connettere le persone che ne soffrono”, ha scritto sul suo account Twitter. Questa non è la prima volta che Gaga parla pubblicamente di se stessa, ma potrebbe essere la prima volta che rivela la sua diagnosi ai fan.

La condizione può essere difficile da trattare, secondo l’organizzazione, e le persone spesso vedono più medici prima di ottenere una diagnosi. Le persone con fibromialgia di solito avvertono il dolore, afferma Edward Rosick, DO, MPH, assistente professore di medicina di famiglia e di comunità presso la Michigan State University. “Hanno anche più punti trigger in cui alcune aree del loro corpo sono estremamente sensibili”, dice. “Se li tocchi, tremano per un dolore lancinante.”

Oltre al dolore, che è il sintomo principale, le persone con fibromialgia possono provare affaticamento (anche dopo una buona notte di sonno) e difficoltà di concentrazione, secondo la fibromialgia. La condizione spesso coesiste anche con altri disturbi dolorosi come la sindrome della vescica dolorosa e disturbi articolari, secondo la Mayo Clinic.

Ci sono ancora molti esperti che non conoscono la fibromialgia.

Nessuno sa perché la condizione colpisce più donne che uomini per cominciare, dice il dottor Rosick, aggiungendo che potrebbe essere semplicemente ormonale. Gli esperti non sanno nemmeno cosa causi la fibromialgia in primo luogo, ma Vernon Williams, MD, neurologo sportivo e direttore del Kerlan-Jobe Center for Sports Neurology and Pain Medicine presso la Kerlan-Jobe Orthopaedic Clinic di Los Angeles, lo dice .-anche che ci siano teorie.

Alcuni esperti ritengono che la malattia possa avere una base endocrina o ormonale e possa anche essere dovuta a un’anomalia immunitaria. “In alcuni casi, le persone hanno avuto una storia di traumi psicologici o fisici, ma non sappiamo come ciò potrebbe influenzare il sistema immunitario o il sistema nervoso”, afferma il dottor Williams. Una nuova ricerca ha anche suggerito che la condizione potrebbe essere un disturbo del dolore neuropatico che coinvolge un’anomalia nel modo in cui il cervello e il midollo spinale elaborano i segnali di dolore nelle persone con fibromialgia, dice. Ma ancora una volta, non esiste una causa nota e definitiva della malattia.

Non esiste un test per sapere se qualcuno ha la fibromialgia.

Invece, le persone vengono diagnosticate dopo aver escluso una miriade di altre condizioni, dice il dottor Rosick. E, ancora, questo può richiedere del tempo, soprattutto perché la fibromialgia tende a svilupparsi nel corso di mesi o anni. “Le persone non si svegliano un giorno e dicono: ‘Wow, fa tutto male'”, dice.

Le persone con fibromialgia possono essere valutate per ansia, artrite o ipotiroidismo, tra gli altri, prima che i medici raggiungano finalmente una diagnosi. “È una diagnosi di esclusione”, afferma il dottor Rosick.

È possibile curare la fibromialgia, ma il trattamento non è lo stesso per tutti.

Il trattamento di solito prevede una combinazione di cose, inclusi farmaci per via orale (come antidepressivi, antidolorifici o antiepilettici), terapia cognitivo comportamentale, terapia fisica ed esercizio fisico, afferma il dottor Williams. L’esercizio fisico è complicato perché le persone con fibromialgia affrontano regolarmente dolore e affaticamento, ma il dottor Rosick dice che può fare una grande differenza. Anche una dieta antinfiammatoria può essere utile, dice.

Non esiste una cura per la fibromialgia, ma è possibile controllare il dolore nella maggior parte dei casi, afferma il dottor Rosick. “Ho visto molte persone migliorare dove lavorano meglio, anche se in alcuni giorni è meglio o peggio”, dice. “Non ho mai visto il dolore scomparire completamente, ma l’ho visto migliorare in modo significativo”.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.