Le capsule di olio di cannabis possono essere il miglior trattamento per la fibromialgia

Trattamento per fibromialgia

Il trattamento per la fibromialgia è simile ai trattamenti per qualsiasi e tutte le malattie., Spesso inizia con la gestione dei sintomi. Con questo disturbo, i sintomi creano una serie di punti delicati lungo il corpo. Abbinandolo a una fatica estrema e all’incapacità di dormire, si ha una miscela per una qualità di vita drasticamente povera, piena di dolore e disagio.

Trattamento medico della cannabis per fibromialgia

La prevalenza del trattamento per la fibromialgia aumenta quando una persona invecchia, eppure l’80-90% di tutti i casi sono donne. I sintomi sono noti per peggiorare con persistenza mentre progredisce ed è aggravato dal tempo, dalla malattia e dallo stress. Un profilo di cannabinoidi che è adatto per questo disturbo è stato identificato come CBD. Si suggerisce ai pazienti di ottenere una medicina ricca di CBD. Accoppiando sinergicamente un olio ricco di CBD con uno che contiene THC basso, vi è un ulteriore sollievo fornito ai pazienti.

Secondo un rapporto condotto dalla Fondazione Nazionale Dolore e Dolore rapporto nazionale, cannabis medica è stato valutato come uno dei trattamenti più efficaci nel ridurre il dolore da Fibromyalgia.Many dei 1.300 pazienti con fibromialgia che hanno risposto al sondaggio ha dichiarato di aver provato tutti e 3 dei farmaci approvati dalla FDA. Un paziente ha spiegato che c’erano effetti collaterali molto più negativi per i farmaci approvati dalla FDA rispetto a quelli positivi.

Alla domanda sull’efficacia di Cymbalta (Duloxetina), il 60% di coloro che hanno provato il farmaco ha dichiarato che non ha funzionato per loro, mentre l’8% ha riferito che è molto efficace. Il 32% ha riferito che Cymbalta ha aiutato leggermente. Di quelli che hanno provato la Lyrica di Pfizer (Pregabalin), uno del 61% ha riferito che non c’era sollievo. Il 10% ha segnalato che Lyrica è molto efficace, mentre il 29% ha dichiarato di aver contribuito leggermente.

Valutazione del Savella dei Laboratori Forestali (Milnacipran), il 68% di quelli che seguivano il farmaco dichiarò che non funzionava. Il 10% ha riferito che era molto efficace e il 22% ha riportato un lieve sollievo.

Confrontando i risultati dello studio con quelli che avevano provato la cannabis medica per i loro sintomi di questo disturbo, il 62% ha affermato che era molto efficace. Un altro 33% ha dichiarato di aver contribuito leggermente, mentre solo il 5% non ha dato alcun rilievo.

Alla domanda sull’efficacia di Cymbalta (Duloxetina), il 60% di coloro che hanno provato il farmaco ha dichiarato che non ha funzionato per loro, mentre l’8% ha riferito che è molto efficace. Il 32% ha riferito che Cymbalta ha aiutato leggermente. Di quelli che hanno provato la Lyrica di Pfizer (Pregabalin), uno del 61% ha riferito che non c’era sollievo. Il 10% ha segnalato che Lyrica è molto efficace, mentre il 29% ha dichiarato di aver contribuito leggermente.

Valutazione del Savella dei Laboratori Forestali (Milnacipran), il 68% di quelli che seguivano il farmaco dichiarò che non funzionava. Il 10% ha riferito che era molto efficace e il 22% ha riportato un lieve sollievo.

Confrontando i risultati dello studio con quelli che avevano provato la cannabis medica per i loro sintomi di questo disturbo, il 62% ha affermato che era molto efficace. Un altro 33% ha dichiarato di aver contribuito leggermente, mentre solo il 5% non ha dato alcun rilievo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *