Morte improvvisa e inaspettata in pazienti con dolore cronico e fibromialgia

Una morte improvvisa e inattesa può verificarsi in un paziente con dolore cronico grave e l’evento terminale può non essere correlato alle terapie mediche. Fortunatamente, la morte improvvisa non è così comunemente osservata nei pazienti con dolore come negli anni passati, probabilmente a causa di un migliore accesso ad almeno un trattamento. Tuttavia, la morte improvvisa si verifica comunque e gli operatori devono sapere come individuare un paziente “a rischio”.

La morte improvvisa e improvvisa dovuta a un forte dolore è scarsamente apprezzata, poiché molti osservatori considerano ancora il dolore grave come una seccatura innocua piuttosto che una potenziale calamità fisiologica. In molti casi, poco prima della morte, il paziente informa la propria famiglia che si sente più malato del solito e cerca sollievo nel proprio letto o sul proprio divano. Sfortunatamente, alcuni di questi pazienti non si svegliano. Altri pazienti muoiono, senza preavviso, nel sonno o vengono trovati crollati sul pavimento. La tossicologia aggressiva della medicina moderna e le procedure forensi dopo la morte hanno contribuito alla scarsa comprensione della minaccia di morte del dolore. In alcuni casi, un paziente con dolore che veniva trattato in modo appropriato con un oppiaceo o un altro agente con sovradosaggio o potenziale di abuso è improvvisamente e inaspettatamente morto. I farmaci sono stati trovati nei fluidi corporei dopo la morte,

Questo articolo è in parte inteso a richiamare l’attenzione sul fatto che il semplice reperimento di farmaci abusabili all’autopsia non significa necessariamente che i farmaci abbiano causato la morte. In realtà, i farmaci potrebbero aver posticipato la morte. Alcuni medici sono stati falsamente accusati di causare morti a causa del sovra-trattamento della droga quando, in realtà, il trattamento del dolore può aver causato la morte. Inoltre, i livelli ematici di oppioidi valutati all’autopsia di un paziente deceduto improvvisamente sono troppo spesso considerati erroneamente overdose accidentale perché il patologo non è consapevole che i pazienti con dolore cronico su una dose stabile di oppioidi possono essere pienamente funzionanti con i livelli sierici dei loro oppioidi prescritti superare i livelli letali nei pazienti naïve agli oppioidi. 1

Clicca qui per visitare il negozio e trovare molto altro …

Qui sono riportati i meccanismi di morte improvvisa e inattesa nei pazienti con dolore e alcune misure protettive che i professionisti devono prendere per evitare di essere falsamente accusati di causare una morte improvvisa e inaspettata. Ancora più importante, qui di seguito sono riportati alcuni suggerimenti clinici per aiutare a identificare il paziente con dolore cronico ad alto rischio di morte improvvisa e inattesa, in modo da rendere più aggressivo il trattamento del dolore.

Una breve storia aneddotica
Come studente di medicina senior della Kansas University nei primi anni ’60, mi fu richiesto di prendere una cattedra rurale con un medico di campagna. Nel fare i nostri giri un giorno nella casa di cura della contea, ho sentito la moglie di un contadino dichiarare, “il dolore ha ucciso mia madre ieri sera”. Da allora, ho sentito ripetutamente che il dolore ha ucciso una persona cara. Il folklore spesso menziona che le persone muoiono “da”, così come “dentro” il dolore. Tuttavia, vi sono pochi dettagli scritti di questi eventi.

Nei primi anni della mia pratica del dolore, che ho iniziato nel 1975, ho avuto diversi pazienti che muoiono improvvisamente e inaspettatamente. Questo mi succede raramente oggi poiché ho imparato ad “aspettarmi l’inaspettato” e ad identificare quali pazienti sono ad alto rischio di morte improvvisa. Negli ultimi anni, ho esaminato una serie di casi di contenzioso e casi di malasanità di morte improvvisa e inaspettata in pazienti con dolore cronico. In alcuni di questi casi, i medici sono stati accusati di esagerazione eccessiva o errata e hanno causato una morte improvvisa e inattesa, anche se il paziente aveva assunto dosaggi stabilizzati di oppioidi e altri farmaci per periodi prolungati. Inoltre, l’autopsia non ha mostrato evidenza di edema polmonare (un segno distintivo per overdose e depressione respiratoria). Nei casi in cui il medico è stato falsamente accusato, il ritrovamento post-morte di farmaci abusabili nei liquidi corporei ha causato un membro della famiglia,

Impostazione e cause I
decessi inattesi nei pazienti con dolore cronico di solito si verificano a casa. A volte la morte è in un ospedale o un centro di disintossicazione. La storia di questi pazienti è piuttosto tipica. Molti sono troppo malati per andarsene da casa e passare molto tempo a letto o su un divano. La morte si verifica spesso durante il sonno o quando il paziente si alza per andare in bagno. In alcuni casi, la famiglia riferisce che il paziente ha passato una quantità straordinaria di tempo in bagno poco prima del collasso e della morte. La morte improvvisa e inaspettata, tuttavia, può verificarsi ovunque, in qualsiasi momento, poiché i pazienti con dolore che sono morti improvvisamente e improvvisamente sono stati trovati al lavoro o in auto.

Spasmo coronarico e / o aritmia cardiaca che porta ad arresto cardiaco o asistolia è la causa apparente di morte nella maggior parte di questi casi, poiché non è stata trovata nessuna patologia grossolana coerente durante l’autopsia. 2-5 L’  arresto cardiaco istantaneo sembra giustificare il collasso improvviso o la morte durante il sonno. Forse la stitichezza e lo sforzo per superare le feci possono essere fattori di deformazione cardiaca, come alcuni pazienti con dolore muoiono durante la defecazione. La sepsi acuta dovuta a insufficienza surrenalica e soppressione immunitaria può spiegare alcune morti improvvise.

Immagine risultante per morte improvvisa e improvvisa in pazienti con dolore cronico

Due meccanismi di morte cardiaca
Il dolore grave è uno stress terribile. 6,7  I razzi di dolore severo, acuto o cronico, causano l’asse ipotalamo-ipofisi-surrene a produrre glucocorticoidi (cortisolo, pregnenolone) e catecolamine (adrenalina e noradrenalina) nel tentativo di contenere biologicamente lo stress. 8,9 Le  catecolamine hanno un effetto di stimolazione diretto e potente sul sistema cardiovascolare e gravi risultati di tachicardia e ipertensione. 10 Le frequenze del polso possono comunemente superare i 100 battiti al minuto e persino salire a più di 130 battiti al minuto. La pressione arteriosa può raggiungere più di 200 mmHg sistolica e più di 120 mmHg diastolica. Oltre al rilascio di catecolamine surrenali, i riacutizzazioni del dolore causano l’iperattività del sistema nervoso simpatico e autonomo, che aggiunge ulteriore stimolazione alla tachicardia e all’ipertensione indotte dalla catecolamina. Segni fisici di sovratensione autonoma, simpatica, oltre a tachicardia e ipertensione, possono includere midriasi (pupilla dilatata), sudorazione, vasocostrizione con estremità fredde, iperreflessia, ipertermia, nausea, diarrea e vomito.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *