Questo potrebbe essere grande: ketamina per via endovenosa per fibromialgia

Un recente segmento di  notizie CBS ha  visto un medico in Florida che stava parlando del suo successo nel trattamento della fibromialgia con ketamina per via endovenosa (IV), un farmaco che viene generalmente utilizzato per l’anestesia chirurgica. Uno dei suoi pazienti ha descritto che il suo dolore fibromialgico è stato “virtualmente eliminato” con questo trattamento.

Non ero sorpreso di sentire questo. Alcuni anni fa, molti dei miei pazienti con fibromialgia hanno riportato una misteriosa riduzione del dolore che è durata diverse settimane dopo che sono stati sottoposti a interventi chirurgici apparentemente non correlati. In ogni caso, ho scoperto che l’unica caratteristica consistente non era il tipo di chirurgia che avevano, ma che tutti avevano ricevuto la ketamina IV come parte della loro anestesia durante l’intervento chirurgico.

Ciò che è affascinante ed eccitante è che, sebbene la ketamina per via endovenosa sia usata in anestesia per bloccare i segnali del dolore solo temporaneamente, per alcuni pazienti con fibromialgia, sembrava attivare un “raffreddamento” più lungo dei segnali del dolore, permettendo Periodo di sollievo di dolore prolungato senza farmaci aggiuntivi. Non capiamo esattamente come la ketamina possa innescare un sollievo dal dolore prolungato. Sappiamo che l’azione principale della ketamina è bloccare certi recettori (NMDA) che agiscono per trasmettere segnali di dolore. Questi recettori NMDA sono massivamente stimolati nella fibromialgia.

Pertanto, è possibile che una grande dose endovenosa agisca per ripristinare il sistema; come riavviare un computer (hai provato a riaccenderlo e spegnerlo di nuovo, le parole magiche che ti verranno comunicate da qualsiasi tecnico IT?). Tuttavia, la ketamina attiva anche i recettori oppioidi e aumenta i livelli di altre sostanze chimiche che riducono il dolore, come la serotonina, la norepinefrina e la dopamina. Può essere una combinazione di queste azioni che si traduce in un “riavvio” doloroso.

L’uso medico della ketamina è stato notevolmente ridotto perché può anche essere una droga di abuso. Come droga di strada, è noto come Special K. Tuttavia, la resistenza all’uso medico sta lentamente cambiando, dal momento che sempre più studi mostrano benefici per le malattie che non hanno molte opzioni di trattamento. La ketamina è stata studiata molto bene come trattamento per la depressione resistente. Un  articolo sul Washington Post chiamato ketamina per la depressione “è il più significativo passo avanti nella salute mentale in più di mezzo secolo”.

La ketamina per via endovenosa è sempre più accettata e disponibile per la depressione grave. In effetti, diversi centri medici accademici, tra cui la Yale University, l’Università della California a San Diego, la Mayo Clinic e la Cleveland Clinic, hanno iniziato a offrire trattamenti di chetamina endovenosa IV per la depressione grave. Questo trattamento ha anche mostrato una grande promessa nella sindrome dolorosa regionale complessa, caratterizzata da forte dolore, gonfiore e cambiamenti nella pelle che di solito si verificano dopo una lesione.

La ketamina somministrata per via endovenosa è un analgesico più potente della morfina per la fibromialgia.

In uno studio, più della metà dei pazienti trattati con ketamina IV ha riportato una diminuzione di almeno il 50% dei livelli di dolore. Ma questi due studi hanno analizzato solo l’immediata riduzione del dolore.

Per valutare i benefici a lungo termine, altri ricercatori hanno somministrato una dose di ketamina IV e quindi monitorato i livelli di dolore della fibromialgia dopo due settimane e poi di nuovo a otto settimane. Entro due settimane, rimasero alcuni benefici del dolore residuo, ma questi erano scomparsi dall’ottava settimana. Ci possono essere problemi dose o tempo di gioco qui come l’estrapolazione di ricerca sul dolore sostenuto da CRPS è stata osservata solo dopo che i soggetti hanno ricevuto una serie di diverse infusioni di ketamina per via endovenosa per diverse settimane.

Per ora, la ketamina IV per fibromialgia rimane un trattamento sperimentale. Ciò significa che generalmente non è coperto da assicurazione e può essere costoso. Ma mentre la ricerca progredisce, questo sta lentamente cambiando e più cliniche del dolore stanno iniziando a offrire questo trattamento.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *