Sovraccarico sensoriale: come il rumore può influire sulla fibromialgia

 

La sensibilità alla stimolazione ambientale, comprese le luci intense, i rumori forti e anche certi odori, può rendere particolarmente difficile la convivenza con la fibromialgia. Potresti svegliarti ogni mattina chiedendoti quale nuovo trigger possa esacerbare i sintomi della fibromialgia.

“Mi occupo di tutto su base giornaliera”, afferma Stephanie Parker di Dover, Del., Che ritiene che i suoi sintomi siano coerenti con la fibromialgia, ma non è stata ancora formalmente diagnosticata. I sintomi la impediscono di partecipare alle attività quotidiane della famiglia, come guardare i giochi di palla dei suoi figli nel pomeriggio.

Tina Pringle, che è stata diagnosticata 16 anni fa con fibromialgia, dice che i suoi sintomi di fibromialgia sono stati a volte travolgenti. “I sintomi si fondono tutti insieme e, a causa della stanchezza e della nebbia del cervello, tutto diventa un labirinto di pura confusione”, spiega Pringle.

Il residente nel Regno Unito dice che il suo oculista ha identificato la sua sensibilità alla luce, ma è la sua sensibilità a suonare quella che più preoccupa. “Rumorosi, un bambino che piange, musica ad alto volume, urla, cani che abbaiano e il mio peggior fastidio, fischiettare, sono tutti un problema”, dice. “I rumori risuonano nella mia testa come un clangore di cembalo e fanno irrigidire tutto il mio corpo.”

Man mano che la sua tensione aumenta, aumenta anche il dolore alla fibromialgia e deve ritirarsi in una stanza buia per rilassarsi. La sua reazione è particolarmente problematica a casa, dove sua figlia adolescente ama spesso suonare musica ad alto volume e comportarsi in maniera tipicamente adolescenziale.

Il rumore è solo l’inizio dell’angoscia sensoriale che potrebbe contribuire al dolore della fibromialgia. Le persone che vivono con la fibromialgia riportano:

  • Dolore e tenerezza cronici
  • Maggiore sensibilità al tocco o alla pressione
  • Maggiore sensibilità ai suoni forti
  • Maggiore sensibilità agli odori sgradevoli
  • Maggiore sensibilità alle variazioni di temperatura
  • Maggiore sensibilità ad alcuni sapori

Cosa succede nella tua testa

Questa maggiore sensibilità può essere difficile da comprendere per voi, tanto meno da spiegare ad amici e familiari che non vedono alcun problema esteriore. Le sensazioni spiacevoli e dolorose della fibromialgia possono essere parte del modo insolito del tuo cervello di elaborare il dolore, suggerisce il ricercatore di fibromialgia Benjamin Natelson, MD, professore di neurologia presso l’Albert Einstein College of Medicine di New York e autore di  Your Symptoms Are Real: What fare quando il medico dice che non c’è niente di sbagliato

Secondo uno studio pubblicato su  Archives of Physical Medicine and Rehabilitation  che confrontava e analizzava i rapporti di donne con artrite reumatoide, donne con fibromialgia e donne senza sindrome del dolore, quelle con fibromialgia erano molto più propense a segnalare risposte spiacevoli e intense ai suoni , odori, sapori e sensazioni tattili.

 

 

Un altro studio, pubblicato sulla rivista  Pain Research and Treatment, suggerisce che i cambiamenti nella chimica del cervello tra le persone con fibromialgia possono essere collegati alla sensibilità a stimoli come il suono e l’odore. Gli studi di imaging hanno fornito descrizioni visive di questa risposta alterata alle sensazioni. Sotto alcuni aspetti, il cervello delle persone con fibromialgia può essere iper-reattivo anche alla possibilità di dolore o disagio, dice il dott. Natelson.

I ricercatori hanno anche testato campioni di tessuto e trovato livelli elevati di marcatori infiammatori nella pelle di persone con fibromialgia – che possono essere collegati all’ipersensibilità al tatto. La sensibilità al tocco è reale per persone come Pringle, che dice che ci sono momenti in cui anche tenere le mani con la sua compagna è troppo doloroso da sopportare. Abiti troppo stretti, massaggi e persino tocchi di luce aumentano il dolore e lo stress. A peggiorare le cose, Pringle dice che di tanto in tanto si muove involontariamente anche quando viene toccata da altri, cosa che può essere dolorosa per chi la circonda.

Cosa fare sui sintomi della fibromialgia

Come puoi affrontare un problema che potrebbe derivare dal cablaggio del tuo cervello? Ecco alcuni passaggi pratici da seguire per gestire questi sintomi sensoriali:

  • Lavora con un medico di supporto.  “Se il tuo medico non crede di avere la fibromialgia, prendine una nuova”, sottolinea Natelson. Il trattamento del dolore sarà più efficace, dice, quando tu e il tuo medico siete nella stessa squadra. Tre farmaci da prescrizione sono stati approvati per il trattamento della fibromialgia e potrebbero aiutarti a gestire il tuo dolore fibromialgico e ridurre la tua ipersensibilità.
  • Sii attivo.  Una revisione dell’esercizio come parte del trattamento con fibromialgia, pubblicata sulla rivista  Rheumatology International, ha  dimostrato che l’esercizio aerobico può compensare il dolore e minimizzare la delicata sensibilità del punto. Natelson consiglia un delicato condizionamento fisico. La sua prescrizione: “Cammina per 30 minuti a giorni alterni a circa 1,5 – 2 miglia all’ora”. Questo aumenta il flusso sanguigno verso i muscoli e i tessuti. Molto gradualmente, aumenta il tuo ritmo a circa 3,6 mph. Questo livello di attività “sembra ridurre la percezione del dolore”, spiega Natelson. Camminare all’aperto è l’ideale, ma se sei sensibile ai cambiamenti di temperatura, alla luce, agli odori e ad altre sensazioni, inizia un programma di camminata all’interno della tua casa o in palestra.
  • Evita i trigger.  Per quanto possibile, controlla il tuo ambiente in modo da limitare le potenziali cause di disagio

 

  • Aerare bene la casa per rimuovere gli odori forti

 

  • Considera auricolari o cuffie con cancellazione del rumore per ridurre al minimo o eliminare i suoni forti.

 

  • Prenditi cura della tua pelle e riduci le irritazioni usando prodotti delicati ed evitando temperature estreme, come acqua molto calda o molto fredda.
  • Indossare abiti larghi e vestire con strati leggeri che è possibile rimuovere se il peso dei vestiti inizia a irritare la pelle.
  • Imposta i confini. Quando la sua sensibilità alla luce è particolarmente intensa, Pringle spiega semplicemente ai membri della famiglia che non può guardare la TV con loro proprio in quel momento.
  • Crea un ritiro. Nei giorni particolarmente difficili, una stanza confortevole, fresca e buia potrebbe essere un posto rilassante dove rilassarsi e ricaricarsi.
  • Indossare occhiali da sole. Dentro o fuori, se ti senti sensibile alla luce o a certi schemi, indossa delle sfumature e dai una pausa agli occhi.

I sintomi della fibromialgia che colpiscono tutti i sensi possono rendere ogni giorno una lotta, e quando si incontrano difficoltà nel gestire la propria sensibilità, si può essere tentati di rimanere a casa ed evitare di socializzare ed essere fuori. Anche così, Natelson dice che questa non è una buona strategia a lungo termine. Invece, lavora a stretto contatto con il tuo medico per sviluppare strategie che limitino la tua esposizione a determinati trigger senza impedirti di goderti il ​​mondo intorno a te.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *