ULTIMI GIUDICI CONFERMANO CHE LA FIBROMYALGIA È UNA RAGIONE PER DICHIARARE LA DISABILITÀ PERMANENTE

La Camera sociale del TSJ della Catalogna ha considerato in una recente sentenza, del 24 febbraio (Rec. Suplicación), la fibromialgia e la sindrome da stanchezza cronica (CFS) è motivo di dichiarazione di “invalidità permanente”.

La dichiarazione si riferisce a un caso di una donna, l’industria chimica operaria, che ha sofferto un quadro di depressione maggiore ricorrente senza sintomi psicotici di natura seria, dolore al collo e processo degenerativo senza coinvolgimento delle radici, fibromialgia e CFS.

Nella sua sentenza, la Corte Suprema della Catalogna sottolinea la  giurisprudenza stabilita  sulla definizione della LGSS fa sulla disabilità, che afferma che “la valutazione della disabilità permanente deve essere fatta in risposta principalmente derivata limitazioni funzionali delle sofferenze dei dipendenti”.

Per la Camera,  la disabilità deve essere intesa  come la perdita di capacità per gravi riduzioni anatomiche o funzionali che riducono o annullano la capacità di lavoro, e senza di essa inibirebbe la valutazione la possibilità di recupero della capacità lavorativa quando è presente come incerta o molto lungo termine.

Cioè, non solo non solo deve essere riconosciuto quando manca qualsiasi possibilità fisica per qualsiasi lavoro professionale, ma anche quando si mantiene la capacità di svolgere alcune attività, non è necessario farlo con minima efficacia, come la realizzazione di qualsiasi lavoro, anche per quanto semplice, richiede requisiti di programma, movimento e interazione, oltre a diligenza e attenzione.

Nel caso, i disturbi del paziente costituiscono un quadro che “impedisce il corretto svolgimento di tutti i tipi di lavoro, comprese le attività sedentarie e la natura leggera che non richiedono l’esecuzione di sforzi fisici particolarmente intensi”.

“Al momento attuale è affetto da un grave disturbo di natura grave che si verifica con intensità sufficiente a cancellare la sua capacità di lavoro, a cui vengono aggiunti gli altri disturbi degenerativi”, la sentenza.

Il richiedente ha una depressione maggiore ricorrente senza sintomi psicotici di natura seria, dolore al collo e processo degenerativo senza coinvolgimento delle radici, fibromialgia e CFS.

Pertanto, il TSJC respinge l’appello per l’annullamento presentato dall’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale (INSS) contro la sentenza già emessa dal Tribunale del Lavoro 1 di Girona nel 2013.

Situazione IPA di un educatore sociale con fibromialgia e CFS

La Camera sociale della Corte Suprema di Catalogna, con sentenza n. 1403/2015, del 24 febbraio (Rec. 6239/2014), ha anche detto la situazione IPA per tutto il lavoro di un educatore sociale con fibromialgia e sindrome da stanchezza cronica, confermando il giudizio del Tribunale del lavoro e respingere il ricorso proposto dall’Istituto nazionale di sicurezza sociale.

Il lavoratore ha pagato servizi che hanno sofferto di una sindrome fibromialgia molto avanzata e affaticamento cronico, grado III, associata a disordine depressivo cronico, lieve deterioramento cognitivo e sindrome del tunnel carpale antevenido, tra le altre malattie.

Consideriamo la Camera e solo per la gravità della fibromialgia e della stanchezza cronica, il grado sofferto, bisogna riconoscere che anche con le capacità di fare qualche attività,  manca la vera autorità per svolgere il lavoro con una certa efficacia.

Sono patologie da intenso dolore che provocano, minano gravemente la capacità produttiva, in termini di prestazioni, capacità ed efficienza, e senza che possano svolgere lavori leggeri semplicemente non più per confutare la situazione disabilitante in considerazione istanza apprezzata permanente e assoluta.

Nel definire la LGSS fa la disabilità permanente assoluta è una grande giurisprudenza che è stata responsabile di sottolineare che un tale grado di disabilità non dovrebbe essere riconosciuto solo quando manca qualsiasi possibilità fisica per qualsiasi lavoro professionale, ma anche quando si mantengono le capacità per eseguire alcuni attività, non è necessario farlo con minima efficacia, dal momento che le prestazioni di qualsiasi lavoro, anche se semplici, richiedono requisiti di pianificazione, movimento e interazione, nonché diligenza e attenzione.

La disabilità deve essere intesa come la perdita di capacità per gravi riduzioni anatomiche o funzionali che riducono o annullano la capacità lavorativa, e senza di ciò si inibirebbe la valutazione della possibilità di recupero della capacità lavorativa quando è presente come incerta o molto a lungo termine.

Qualcuno con fibromialgia è idoneo per la disabilità?

La fibromialgia (FM) è una delle condizioni più difficili per ottenere l’approvazione come disabilità. Poiché i sintomi sono spesso auto-riportati, avrai bisogno di documenti medici e di un medico per sostenere il tuo caso. Ma è possibile avere una richiesta di successo per FM.

Come viene diagnosticata la fibromialgia? »

Tieni presente che la migliore possibilità di ottenere l’approvazione per la disabilità è di avere:

  • Documentazione medica pertinente
  • Test di laboratorio
  • Opinioni dei medici
  • Dichiarazioni di amici, familiari e colleghi

Continuate a leggere per scoprire cosa richiede la Social Security Administration (SSA) e come è possibile costruire il vostro caso per la disabilità della fibromialgia.

Quali sono i criteri per la disabilità?

L’SSA è responsabile della valutazione di tutte le domande di disabilità. Durante la revisione del caso, l’SSA determinerà se si dispone di una compromissione medicalmente determinabile (MDI) di FM.

I criteri e i requisiti per richiedere l’invalidità dovuta alla FM sono ampi. Loro includono:

  • I sintomi devono essere severi e presenti per almeno tre mesi
  • Prove documentate che escludono altre condizioni
  • Dichiarazioni da te e da altri su eventuali restrizioni o incapacità nelle tue attività quotidiane
  • Se FM ti impedisce di lavorare

Devi anche avere almeno 11 dei 18 teneri punti sopra e sotto la vita, e su entrambi i lati del corpo, o almeno sei sintomi in corso di FM.

Questi sintomi includono:

  • Fatica
  • Memoria o problemi con i pensieri, noti anche come nebbia di fibro
  • Sindrome dell’intestino irritabile
  • Depressione
  • Ansia
  • Svegliati esausti

Quali sono le complicanze della fibromialgia? »

Mentre la SSA richiede la diagnosi di un medico, i casi sono spesso vinti o persi in base a sintomi e limiti, secondo l’Associazione Nazionale Fibromialgia. Anche se hai una diagnosi per FM, l’SSA controllerà se sei capace di lavorare.

Come documentare il tuo caso di invalidità

La documentazione è la chiave per un caso di invalidità di successo. Questo significa molto di più che fornire l’SSA con le tue cartelle cliniche. Se i sintomi si traducono in giorni di lavoro persi, il datore di lavoro potrebbe dover fornire una dichiarazione che lo dica.

Nel complesso, l’applicazione deve contenere:

  • Diagnosi confermata da un reumatologo
  • Date e informazioni di contatto dei medici, degli assistenti sociali e degli ospedali
  • I tuoi documenti medici attuali e rilevanti come farmaci, esami di laboratorio o visite psicologiche
  • Capacità funzionale residua (RFC) relativa alle tue menomazioni compilata dal tuo medico
  • Riepilogo dei tuoi precedenti lavori

È anche utile tenere un diario di fibromialgia. Questo può aiutarti a monitorare tutti i giorni in cui provi dolore e come interferisce con la tua normale routine quotidiana. È possibile tenere conto di emicranie, periodi dolorosi e esaurimento cronico.

Il tuo reumatologo può anche dare un parere professionale sui tuoi limiti. Ciò include una valutazione della tua capacità di:

  • Sedersi, alzarsi e camminare in una giornata lavorativa di otto ore
  • Sollevare e trasportare carichi pesanti
  • Conduci movimenti fluidi come piegare, equilibrare o strisciare
  • Mantenere la puntualità e la frequenza al lavoro

L’SSA prende in considerazione tutta la documentazione prima di prendere una decisione sulla sua domanda di disabilità. Una volta inviata la domanda, un team di medici che collabora con la SSA valuterà tutti i suoi componenti. Il team di medici includerà anche uno psicologo per vedere se FM ha provocato qualche menomazione mentale.

Queste menomazioni si basano su:

  • Memoria
  • velocità di elaborazione delle informazioni
  • Concentrazione
  • Calcolo
  • Discorso
  • Word-finding

Il team interpreta le tue informazioni mediche e predice quanto a lungo durerà la tua condizione.

Come archiviare le tue informazioni

Quando sei pronto per richiedere i sussidi di invalidità, puoi applicare:

  • in linea
  • Per telefono al 1-800-722-1213, o TTY 1-800-325-0778, se hai problemi di udito
  • Presso il tuo ufficio di sicurezza sociale locale

Dovrai chiamare in anticipo e fissare un appuntamento, se prevedi di candidarti di persona.

La SSA afferma che è possibile richiedere i benefici non appena si riceve una diagnosi di disabilità fibromialgia.

Quanto tempo devi aspettare?

La SSA stima un tempo medio di attesa da tre a cinque mesi per le richieste di indennità di invalidità. È meglio fare domanda per questo una volta che si viene disabilitati.

In alcuni casi, la SSA richiederà ulteriori documenti per elaborare la richiesta di invalidità. Fornire tutto ciò che serve in anticipo può aiutare ad abbreviare il periodo di attesa.

Qual è il vantaggio della richiesta di supporto per disabili?

Le prestazioni di invalidità possono aiutare se FM ti impedisce di lavorare per almeno un anno. Il costo medio per il trattamento annuale della fibromialgia può arrivare fino a $ 5,945 a persona. Questo importo potrebbe essere ancora maggiore se la tua assicurazione sanitaria non copre tutte le tue cure. La disabilità può aiutare con i costi, soprattutto se non si riesce a lavorare.

Domande frequenti sulla fibromialgia “Ho fibromialgia e sono troppo malato per lavorare, ho diritto ai sussidi di invalidità?”

Sfortunatamente nella maggior parte dei paesi la fibromialgia non è una disabilità classificata. Si spera che man mano che più ricerche saranno condotte studi, il fibro verrà classificato come disabile. Non è elencato nel libro blu del governo delle malattie che sono considerate disabilitanti.

Dimostrare la tua disabilità alla fibromialgia  può essere estremamente difficile ma può essere fatto. È triste che quando siamo malati e al nostro livello più basso dobbiamo trovare la forza per combattere il sistema. Tuttavia, quando viene fatto un reclamo per una condizione che non è nel loro blue-book. Quindi il reclamo viene elaborato in base alla capacità funzionale residua della base RFC.

Gli esaminatori di disabilità valuteranno la tua richiesta di SSI e SSD sulla base delle prove mediche fornite. Inoltre richiederanno la prova dei tuoi limiti fisici. Quindi lavorano con il medico o la clinica per ottenere un punteggio per la tua capacità fisica o mentale. Una volta armati di questi fatti, rivolgono la loro attenzione alla tua storia lavorativa passata. Se sono d’accordo, non sei in grado di tornare al tuo attuale / passato impiego, non saltare su e giù in allegria. Questo è solo il primo passo. C’è un altro ostacolo da scavalcare.

Qual’è il prossimo

Okay, hanno concordato che non puoi più tornare al tuo lavoro passato. Ora valuteranno il tipo di lavoro che si potrebbe ragionevolmente aspettarsi di eseguire. Prenderanno in considerazione la tua educazione, età, abilità e limiti.

Ciò apre una vasta area di impiego e alcuni di essi potrebbero essere in grado di funzionare. Le persone con una buona istruzione e abilità lavorative saranno probabilmente considerate dall’addicatario come impiegabili. Quindi, mentre è possibile ottenere disabilità in base alla gravità della tua condizione, semplicemente non è semplice navigazione.

 

Quello che i giudici non riescono a capire è che i sintomi della fibromialgia variano ogni giorno. Non abbiamo idea di come ci sentiremo in poche ore. Lasciati andare ogni mattina quando è ora di andare al lavoro. È comune essere rifiutati per i benefici della disabilità della fibromialgia la prima volta. Devi continuare a provare e leggere tutto quello che puoi sul processo. Se puoi permetterti, assumi un professionista specializzato in fibro per assicurarti che la tua domanda di indennità venga approvata per la prima volta.

Fonte:  Scritto da Kristeen Cherney, valutato clinicamente da Brenda b. Spriggs, MD, FACP Healthline

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *